Una situazione cristallizzata, con un testa a testa per il primo posto in cui per il momento la spunta il Partito democratico, di poco avanti al Movimento Cinque Stelle. L’unica piccola sorpresa è che il centrosinistra è avanti al centrodestra, ma la realtà politica in questo caso supera la matematica perché mettere insieme Pd e partiti alla sua sinistra per il momento pare una missione impossibile. Sono i dati del sondaggio Ixè che danno conto di una flessione dei due principali partiti nell’ultimo mese e mezzo. La loro situazione tuttavia sembra stabilizzata nelle ultime due settimane, visto che hanno incrementato con variazioni quasi impercettibili il loro bacino virtuale di voti. Il Pd è al 27,6, il M5s segue al 26,9. La terza forza è la Lega Nord di poco davanti a Forza Italia. Poco oltre il 4 per cento i Fratelli d’Italia. Mdp è in questo momento è l’unico altro partito che supera la soglia di sbarramento. Non ce la farebbero oggi né Sinistra Italiana (di poco) né Alternativa Popolare.

Facendo la somma dei partiti di centrosinistra la coalizione prenderebbe il 33,2 contro il 32,6 del centrodestra formato da Fi, Lega e Fdi. In questo sondaggio tuttavia non è calcolato l’eventuale contributo di Insieme, la nuova forza politica guidata da Giuliano Pisapia.