Enrico Letta si chiama fuori. Dopo che Il Fatto Quotidiano e il Corriere hanno dato la notizia che Palazzo Chigi sta prendendo in leasing un nuovo jet A330 per i voli di Stato, l’ex premier ha tenuto a chiarire su Twitter che lui “non c’entra nulla” con il nuovo ‘aereo blu’. “Ho appena smentito la cosa”, scrive Letta rispondendo al quotidiano di via Solferino aveva infatti ventilato che la pratica per il leasing del nuovo “Air Force One” fosse stata “avviata” durante il suo mandato. “Peraltro la giudico scelta sbagliata”, puntualizza il tweet. Del resto fu proprio Letta, durante la permanenza a Palazzo Chigi, a decidere la dismissione di alcuni velivoli della flotta della presidenza del Consiglio. Vendita mai andata in porto.

Intanto sul web si moltiplicano anche le reazioni di diversi esponenti del Movimento 5 stelle. Tra ironia e indignazione. “Renzi si compra il nuovo aereo presidenziale…ovviamente paghiamo tutti noi!”, scrive Angelo Tofalo su Twitter. Su Facebook gli fa eco Giorgio Sorial: “A voi l’austerity, a Renzi un aeroplano nuovo di pacca da 175 milioni di euro. L’Italia aveva l’aereo più piccolo del G8. Questo sarà cinque volte più grande del precedente, ci sarà una camera matrimoniale, spazi con divanetti e tavolini per il suo staff e la possibilità di imbarcare giornalisti fortunati. Questo Paese ha bisogno di buoni esempi da seguire e non di bulletti”.

Il deputato 5 stelle Michele Dell’Orco, sempre su Fb, calcola che “con quello che farà spendere allo Stato (175 mln) si potrebbe dare per un anno un reddito di cittadinanza di 780 euro al mese a circa 20.000 persone!”. Il grillino Carlo Sibilia prevede invece che Renzi “farà le vacanze più comodo e sempre a spese nostre”. A stemperare ci pensa, su Twitter, Gianni Kuperlo, profilo fake del deputato Pd: “Renzi si sta dotando di un nuovo aereo presidenziale per lunghi viaggi. Là dove non ci sono contestatori: sulla Luna. #airforcerenzi”.