Sostanze pericolose che causano malformazioni nella crescita dei bambini. Erano contenute in circa 300mila giocattoli provenienti dalla Cina e sequestrati dalla Guardia di finanza di Macerata in tutta Italia. Dopo alcuni controlli in negozi marchigiani, le Fiamme gialle, in collaborazione con la Camera di Commercio, hanno deciso di far analizzare una serie di prodotti destinati all’infanzia.

Dagli accertamenti tecnici e dalle analisi chimiche, i giocattoli sono risultati contenere sostanze pericolose per i bambini. In particolare sono state trovate elevate quantità di ftalati, sostanze utilizzate per rendere la gomma più morbida e flessibile, ma che causano malformazioni nella crescita dei bambini. Nei prodotti è stata riscontrata anche energia cinetica superiore ai limiti ammessi per legge e con rischio di esplosione, ma anche parti acuminate.

Il sequestro dei 300mila giocattoli è stato immediato sia a Taranto, nella sede dell’importatore, che ai clienti della società, nelle province di Venezia, Perugia e Cosenza. Il titolare dell’illecita attività è stato denunciato a piede libero alla Procura di Macerata.