Quirinale 2022, la diretta – La maggioranza raggiunge l’intesa sul Mattarella bis. Salvini: “Abbiamo bisogno di lui”. Meloni lo attacca: “Centrodestra da rifondare”. E anche Draghi gli chiede di rimanere

Sarà fumata nera alla settima chiamata, ma la maggioranza ha deciso di convergere nella ottava votazione sulla conferma dell'attuale capo dello Stato, col premier che rimarrà quindi alla guida del governo

Aggiornato: 22:57

I fatti più importanti

  • 09:26

    Per M5s astensione o scheda bianca alla settima votazione

    Astensione o scheda bianca: sono le indicazioni per i grandi elettori M5s arrivate in occasione dell’assemblea congiunta riunita questa mattina alle 8.45.

  • 09:25

    Nuovo vertice di maggioranza: si riflette sull’astensione

    È atteso a breve, a quanto si apprende da più fonti, un vertice dei leader della maggioranza di governo. L’intenzione è decidere se astenersi tutti, quindi entrare in Aula ma non ritirare la scheda, nella settima votazione che comincerà alle 9.30, così da prendere tempo per fare passi avanti nella trattativa.

  • 09:23

    Fonti: “Forza Italia, Italia Viva e centristi lavorano al nome di Casini”

    Grandi manovre nella notte. Forza Italia, centristi e Italia Viva ancora al lavoro sulla candidatura di Pier Ferdinando Casini. Secondo quanto si apprende, si stanno verificando condizioni e numeri per vedere se è possibile presentare alle votazioni di oggi il nome dell’ex presidente della Camera che potrebbe essere sostenuto da una maggioranza Ursula senza Lega e Fdi. Ma ancora c’è da lavorare. Matteo Renzi, per dire, tiene ancora la carta coperta e non ha fatto alcun nome all’assemblea dei grandi elettori Iv questa mattina. Restano infatti nodi da sciogliere per le perplessità in parte del Pd e, soprattutto, va sondata la fattibilità sulla tenuta dei 5 Stelle che su Casini non sono mai stati orientati.

  • 09:16

    Parte del M5s continua a spingere per il Mattarella bis

    “Nella battaglia che si sta consumando in Parlamento è evidente a tutti che si stanno confrontando due mondi diversi e sempre più lontani – ha scritto su Facebook il Senatore M5s Primo Di Nicola – Ci sono coloro, fortunatamente sempre più numerosi, che cercano di interpretare la voglia di questo Paese di uscire dalle drammatiche emergenze rimanendo nel solco dell’unità nazionale grazie alla quale è stato possibile nell’ultimo anno dare un governo all’Italia. Sono i Grandi Elettori che continuano a ritenere che questa sia la stella polare da seguire, anche andando oltre gli steccati partitici.
    Dall’altro ci sono coloro che pensano di utilizzare queste elezioni per altri fini. E con questo obiettivo non si fanno scrupolo di bruciare figure e cariche istituzionali che andrebbero invece salvaguardate. L’obiettivo è chiaro: non eleggere il presidente della Repubblica di cui l’Italia ha bisogno ma cercare di affermare interessi di parte per andare magari il prima possibile a elezioni anticipate. Mi auguro che nelle prossime ore i Grandi Elettori continuino a cogliere tutti i rischi di questa situazione. Per chi ha a cuore gli interessi dei cittadini non resta che una strada. Continuare a votare per Sergio Mattarella”.

  • 09:09

    Letta: “Fatti tanti nomi, da Draghi a Mattarella, da Severino a Belloni”

    “Si è ragionato di vari nomi, tanti, dal nome di Draghi, a Mattarella, la Cartabia, la Severino, la Belloni e gli altri come Amato e Casini. Attorno a tutti questi nomi si è cominciato a discutere. Poi ciascuno ha fatto delle verifiche a casa sua”, ha detto Enrico Letta ai grandi elettori del Pd. “Appena ciò è accaduto Salvini è uscito con la solita logica del ‘sono io che do le carte’. Questo ha creato un cortocircuito anche coi Cinque Stelle. Appena Salvini ha parlato ho capito che l’ipotesi a cui faceva riferimento sarebbe stata bruciata. A causa di questo metodo”.

  • 09:00

    Matteo Salvini continua a spingere sulla candidatura femminile. “Continuo a lavorare per superare veti”, ha detto il leader della Lega arrivando a Montecitorio. “Sarebbe un bellissimo segnale” se il Parlamento “eleggesse una donna” come prima carica dello Stato.

  • 08:55

    Nuovo incontro tra Salvini, Letta e Conte

    Un nuovo incontro tra Matteo Salvini, Enrico Letta e Giuseppe Conte è previsto alle 8.30 negli uffici della Camera. A dirlo è il segretario leghista Salvini, entrando a Montecitorio.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui