La salute del Pianeta preoccupa, paradossalmente abbiamo allungato le nostre speranze di vita a spese del Pianeta stesso. Che si può salvare solo con una politica approfondita, seria, rapida e articolata in tutti i settori”. A dirlo all’Ansa è il professore Paolo Vineis, epidemiologo ambientalista della Imperial College di Londra, a Perugia, a margine della lectio che ha tenuto al dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’ateneo perugino sul tema “La salute nel mondo”. “La salute degli umani – ha spiegato – è costantemente aumentata, anche se con delle battute di arresto, ma si è creata un’economia con troppi impatti negativi sul Pianeta che finiscono per riflettersi anche sulla salute”. Vineis ha sottolineato la necessità di “andare in tempi rapidi verso una politica di ecobenefici, che deve diventare centrale nelle scelte dei governi insieme alla transizione verso le rinnovabili”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tassonomia verde, il Parlamento Ue ha tradito il clima e i cittadini

next
Articolo Successivo

Il racconto della glaciologa 93enne: “I ghiacciai sono figli del clima. Andare in montagna con queste temperature è sempre pericoloso”

next