La compagnia lowcost spagnola effettua diversi voli in Italia, in particolare per le località turistiche. Per questo è utile, anche in questo caso, specificare come accedere alle richieste di rimborso o risarcimento.

Il sito non è così intuitivo. Per arrivare alle informazioni relative a rimborsi e cancellazioni, bisogna infatti passare dall’homepage e cliccare in alto a destra su “Aiuto”. Quindi, ancora, cliccare su “Cancellazioni e opzioni di rimborso”, sotto la voce “Assistenza clienti”. Qui Volotea sottolinea che, in caso di voli cancellati o con un ritardo superiore alle cinque ore, il passeggero può richiedere il rimborso, accedendo all’area personale e gestendo la pratica tramite il sistema di autogestione accessibile dalla mail di notifica, ricevendo così, “entro 7 giorni”, l’importo equivalente “al valore della prenotazione mediante lo stesso metodo di pagamento utilizzato per la prenotazione”. Oppure è possibile richiedere un voucher “di importo pari al 120% del valore della prenotazione, comprensivo dei servizi accessori acquistati nell’ambito della prenotazione cancellata (es. tariffa di cambio data / cambio nome del passeggero)”. Anche in questo caso il voucher può essere richiesto accedendo all’area personale e gestendo la pratica tramite il sistema di autogestione. Attenzione però, ci sono delle specifiche. Il buono è nominativo, quindi può essere usato da altri passeggeri, ma il nome associato al voucher deve coincidere con il nome della persona di contatto indicata nella prenotazione relativa al volo cancellato. Il voucher è multi-uso, quindi anche utilizzabile per più prenotazioni se la nuova prenotazione ha un valore inferiore a quello del voucher, e dura 12 mesi: ciò significa che è possibile scegliere un volo successivo al termine di validità del voucher, basta che la prenotazione sia fatta prima della data di scadenza. Il voucher, però, non è rimborsabile né convertibile in denaro.

Per quanto riguarda i risarcimenti, effettuando una ricerca nella barra di ricerca del sito di Volotea non si trovano informazioni specifiche. La politica, comunque, resta quella comunitaria (vedi il paragrafo Normativa Ue – rimborsi e indennizzi) e ci si potrà quindi rivolgere al servizio clienti (qui i contatti) per richiedere informazioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Germania, in caso di stop al gas russo non escluso il razionamento dell’acqua calda nelle case. Il ministro: “Docce più brevi”

next
Articolo Successivo

L’estate nera del trasporto aereo: ritardi e cancellazioni causa carenza di lavoratori e decine di scioperi. La Germania cerca addetti in Turchia, l’Irlanda mobilita l’esercito

next