Anche la compagnia lowcost britannica prevede una politica di rimborso. Arrivare però nel giusto punto del sito internet non è facilissimo. Dall’homepage di Easyjet bisognerà infatti cliccare su “Gestione prenotazioni” e quindi su “Aiuto e informazioni”. Una volta dentro la pagina, si potrà scegliere tra le “domande frequenti”, quella relativa ai “voli in ritardo”. E trovare lì tutte le informazioni, comprese quelle per i voli cancellati, oltre a quelli in ritardo.

Per i voli cancellati, Easyjet permette di passare gratuitamente a un altro volo, direttamente utilizzando l’area riservata relativa alla propria prenotazione, oppure è possibile richiedere un voucher per l’intero valore della prenotazione, valido per 12 mesi. Possibile, come da direttiva, anche richiedere un rimborso che, sottolinea la compagnia, sarà elaborato entro “7 giorni, ma potrebbero essere necessari alcuni giorni in più affinché la somma venga accreditata sul conto bancario”. Se la prenotazione è avvenuta tramite tour operator o agente di viaggio, Easyjet suggerisce di rivolgersi a loro o, in alternativa, è possibile anche contattare il servizio clienti, anche se, va segnalato, attualmente è molto difficile riuscire a entrare in contatto con un operatore via chat, proprio per via dell’alto numero di richieste.

In caso di ritardi superiori alle 2 ore (per voli fino a 1500 km) o di 3 ore (per voli superiori a 1500 km) Easyjet prevede dei buoni acquisto del valore di 4,50 euro. Mentre, come da direttiva, in caso di ritardi superiori alle cinque ore, il passeggero può modificare i propri voli oppure annullare il volo chiedendo un rimborso completo. Il tutto va gestito, specifica la compagnia, rivolgendosi “al nostro personale di terra all’aeroporto o contattando il nostro Team del Servizio clienti”.

Se il volo arriva più di tre ore dopo l’orario previsto o viene cancellato fuori dalle condizioni previste dal regolamento Ue, è possibile richiedere un risarcimento. Easyjet ha predisposto un modulo online che va compilato con tutte le informazioni relative a volo e passeggero. Per arrivare al modulo basterà seguire le indicazioni precedenti, quindi dall’homepage Easyjet cliccare su “Gestione prenotazioni” e quindi su “Aiuto e informazioni” e poi su “Voli in ritardo”. Da qui, tra i vari menu disponibili sotto, bisognerà scegliere “Richiesta di risarcimento”. Il modulo proposto è in inglese, ma dal menu in alto a destra sarà possibile selezionare la lingua preferita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Germania, in caso di stop al gas russo non escluso il razionamento dell’acqua calda nelle case. Il ministro: “Docce più brevi”

next
Articolo Successivo

L’estate nera del trasporto aereo: ritardi e cancellazioni causa carenza di lavoratori e decine di scioperi. La Germania cerca addetti in Turchia, l’Irlanda mobilita l’esercito

next