Tanti i centri urbani in cui per giovedì 23 è previsto un livello di rischio molto alto per il caldo. I bollini rossi stanno aumentando: il Ministero della Salute, che monitora 27 città italiane tramite il portale dei bollettini sulle ondate di calore, ha indicato quelle che saranno le città più bollenti. Al centro dell’attenzione, Ancona, Bologna, Bolzano, Firenze e Perugia. A Milano sono previsti 36 gradi, nonostante le piogge di mercoledì mattina. L’ondata di calore in corso, infatti, secondo Giorgio Bartolini, previsore del consorzio Lamma-Cnr e meteorologo Amro, “raggiungerà il punto massimo tra mercoledì 22 e giovedì 23, con le temperature che potranno superare i 40 gradi nelle zone interne della Sardegna e nel sud est dell’Italia”.

“Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione” ha spiegato il Ministero della Salute. Aggiungendo che “Queste condizioni climatiche possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione”. Sabato 25 è previsto un calo di 3-4 gradi, ma si tratterà di una diminuzione temporanea. Tra domenica 26 e lunedì 27 le temperature risaliranno, “con valori superiori a quelli dei giorni scorsi”, ha aggiunto il meteorologo.

La probabilità di precipitazioni, invece, sarà piuttosto alta al nord e sulle Alpi. Le temperature secondo Lorenzo Tedici, meteorologo de Il Meteo.it dovrebbero far registrare picchi vicino ai 40 gradi in molte zone d’Italia, portando a nuovi record per il mese di giugno. Di record del caldo ha parlato anche Andrea Giuliacci, meteorologo di Meteo Expert, secondo il quale “5 mesi così asciutti vanno molto oltre il record del 1997“. Inoltre la durata dell’anticiclone africano “Caronte”, che ha fatto salire le temperature ben al di sopra delle medie stagionali, sarà un primato visto che attraverserà l’Italia per almeno 10 giorni.

Il presidente della Puglia Michele Emiliano, visto l’aumento delle temperature, ha emanato un’ordinanza che vieta il lavoro nei campi in condizioni di esposizione prolungata al sole dalle ore 12:30 alle 16 fino al 31 agosto. Intanto l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha lanciato una applicazione per smartphone per l’esposizione sicura al sole. Si chiama SunSmart Global UV ed è in grado di indicare, ovunque ci si trovi, il livello di raggi ultravioletti e le misure da adottare per aiutare le persone a proteggersi dal sole sia al lavoro sia nel tempo libero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siccità, sul Po i trattori con le pompe in azione per garantire l’irrigazione dei campi: è la prima volta in 90 anni – Video

next
Articolo Successivo

“Mais bruciato, colture perse in maniera irreversibile”: nel Cremonese le conseguenze della siccità – Video

next