“Non accadrà mai. So come funziona l’industria oggi, ma io quando faccio un film lo realizzo per il grande schermo, i miei film sono per il cinema, solo lì si possono apprezzare”. Tom Cruise lo ha detto qualche giorno fa a Cannes, dove è stato premiato a sorpresa con una Palma d’oro e ha presentato Top Gun: Maverick il sequel di Top Gun (leggi la recensione). l primo film ha guadagnato 357,1 milioni di dollari in totale nel mondo e il suo seguito potrebbe eguagliare il record. La decisione del divo (che è anche produttore del film) è stata premiata trionfalmente dall’ormai scarso pubblico che frequenta le sale cinematografiche perché le avventure di Pete “Maverick” Mitchell sono le uniche ad aver infiammato il box office internazionale e italiano.

Dalla Francia al Brasile, dal Messico alla Germania e in Italia, e naturalmente negli Usa, in sala sembra esserci solo il nuovo Top Gun per cui è l’attore, come accade sempre, è impegnato anche nelle scene più pericolose. Negli Usa l’attesissimo sequel del primo film (che è stato fermo per due anni causa pandemia proprio per non finire su qualche piattaforma) ha debuttato negli Stati Uniti con 51.8 milioni di dollari venerdì. La prospettiva è che il film conquisti la palma del miglior weekend d’esordio di sempre per un film di Tom Cruise. “Vado sempre in sala quando escono i film. Mi metto il berretto e mi siedo tra il pubblico con tutti. Ho passato molto tempo con i proprietari delle sale – aveva detto Cruise nell’intervista a Cannes – Vado al cinema e ci sono persone che servono i popcorn e gestiscono queste sale. A loro dico: ‘So cosa stai passando, sappi solo che stiamo facendo due sequel di Mission: Impossible e ora il nuovo Top Gun“. E gli esercenti ringraziano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Morto Bo Hopkins, addio all’attore star di “American Graffiti” e “Il mucchio selvaggio”

next