Il direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano ha ricevuto un richiamo dalla Rai dopo la sua partecipazione alla conferenza programmatica di Fratelli d’Italia, il 29 aprile, a Milano. Il suo intervento dal palco aveva provocato polemiche politiche e spinto l’azienda della tv pubblica ad avviare accertamenti. Già nell’ultima audizione in Commissione di Vigilanza l’amministratore delegato Carlo Fuortes aveva precisato che il direttore del Tg2, in base alla policy Rai, aveva chiesto di partecipare in qualità di moderatore ad un dibattito, ma poi era emerso che si trattava di un intervento sul palco. Della vicenda era stata investita per competenza la Direzione Risorse Umane e Organizzazione. Da qui – come emerge dalla risposta della Rai ad un’interrogazione del deputato di Italia Viva, Michele Anzaldi – la decisione di procedere con “un richiamo al rispetto puntuale delle procedure”.

Al caso della partecipazione di Sangiuliano era stato legato anche l’episodio della “scoperta” di una stella a cinque punti nell’ascensore del palazzo in cui lavora la redazione del Tg2. Tuttavia, come ricostruito nelle ore seguenti, il segno inciso sulla pulsantiera dell’ascensore era già presente in svariate immagini degli anni precedenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rula Jebreal contro Massimo Giletti: “Non accetto né interviste né inviti a Non è l’Arena. Non mi confronto con stregoni e Putiniani”

next
Articolo Successivo

Maurizio Costanzo: “Teo Teocoli si è lamentato perché io l’ho ignorato? Gli ho fissato una data e non è venuto, forse è rimasto imbrigliato…”

next