Cecilia Capriotti si aggiunge alla lista di vip la cui casa è stata svaligiata nell’ultimo mese. Il fil rouge? Si trovano tutti nel centro di Milano. Proprio di recente, l’attrice 45enne si era concessa una vacanza all’estero tra bagni al mare e ore passate a prendere il sole. Tornata a Milano, però, ad attenderla una brutta sorpresa: il suo appartamento è finito nel mirino dei ladri che hanno approfittato della sua assenza per metterlo a soqquadro e rubare quanto più possibile. Capriotti, incredula, ha ripreso tutto con il telefonino denunciando la situazione: “Vi rendete conto?“. E l’ex gieffina è solo uno dei tanti volti noti dello spettacolo da essere stata presa di mira dai topi d’appartamento.

In principio fu Chiara Biasi. La casa dell’influencer seguita da 3.2 milioni di follower era stata svaligiata a fine ottobre da un gruppo di malviventi che le avevano portato via scarpe, accessori e vestiti firmati. Poi Tommaso Zorzi, che sotto l’albero di Natale ha trovato lo stesso “regalo” di Biasi e infine l’influencer Martina Maccherone, anche lei derubata dei beni più cari. Ecco quindi che il vincitore del Grande Fratello Vip 5 ha lanciato un appello al sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala. “La situazione mi sta preoccupando perché mai come quest’anno ho sentito di tutti questi casi di appartamenti svaligiati – ha esordito l’influencer su Instagram –. Oltre al mio, stiamo parlando di decine e decine di casi. Personalmente conosco almeno 7 persone alle quali è successo“.

Poi Zorzi ha domandato: “Com’è possibile che la gente si arrampichi dalle facciate, entri ed esca dagli appartamenti, li svaligi e se ne vada senza che nessuno se ne accorge?”. In seguito ha aggiunto: “ Io farei un appello al sindaco, che ho votato e che rivoterei: Sala, c’è un evidente problema di sicurezza a Milano. Io da cittadino inizio a non sentirmi più tanto al sicuro”. E ancora ha spiegato: “Se i ladri rubano così tanto è perché evidentemente qualcuno li mette nelle condizioni di poterlo fare. O perché sanno che non rischiano niente o perché rischiano poco o perché controlli in giro non ce ne sono. Si faranno due conti e alla fine a loro conviene di più rubare che non rubare. Se ci fossero pene severe e pattuglie in giro, le possibilità sarebbero ridotte”.

Infine l’influencer 26enne ha concluso: “Io a Milano so di vie intere, isolati interi che a spese dei condomini si pagano una vigilanza privata per fare una sorveglianza notturna ed evitare che vengano i ladri in casa. In un Paese in cui io pago la metà di quello che guadagno in tasse, devo pagare a spese mie la vigilanza per fare in modo che quello che mi compro con i soldi che mi rimangono non me lo rubino?”. Intanto l’ex opinionista dell’Isola dei Famosi ha deciso di traslocare, sperando così di gettarsi alle spalle lo spiacevole episodio avvenuto poco prima di Natale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

I Maneskin suoneranno al Coachella. Riuscirà Amadeus a farli salire prima sul palco dell’Ariston?

next
Articolo Successivo

Conor McGregor, bombe contro il suo pub a Dublino

next