Un percorso di 260 fotografie e documenti d’epoca, che si trasformano in 16 mostre piccole per raccontare, a ridosso del centenario della nascita, Pier Paolo Pasolini, il suo pensiero di intellettuale scomodo, la sua vita e la sua opera di scrittore, giornalista, opinionista e regista. Un vero e proprio viaggio, a Palazzo Ducale, a Genova, da percorrere tra le diverse sezioni, dai ragazzi di strada al rapporto con la madre, dagli occhiali da sole agli sguardi magnetici che accompagnano il visitatore in tutto il percorso. “Noi siamo partiti da una presa d’atto: Pasolini, nel corso della sua vita, è stato molto fotografato, è su questo patrimonio iconografico abbiamo realizzato un percorso a indizi per aiutare le persone ad approfondire o a conoscere il suo lavoro. Queste fotografie, quindi, diventano un occasione per leggere il mondo di Pasolini, una mappa della sua vita privata e della sua produzione”, ha spiegato Marco Minuz curatore della mostra assieme a Roberto Carnero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Duomo di Milano, concluso il restauro dell’antica sacrestia aquilonare: gli interventi su portale, volte e pavimento. Sarà visitabile fino a gennaio

next
Articolo Successivo

Demolition Man, Andrea Scanzi vince il IX Premio Letterario Internazionale Città di Sarzana: ‘Libro scritto con penna ironica e satirica, a tratti tagliente’

next