“Richiederemo a chiunque entri nel Regno Unito di eseguire un test PCR entro la fine del secondo giorno dopo il suo arrivo e di autoisolarsi fino a quando non avrà un risultato negativo”. Così Boris Johnson in conferenza stampa mentre annuncia nuove misure sanitarie per combattere una nuova ondata di contagi nel Paese. “Andremo avanti chiedendo a tutti voi di contribuire a contenere la diffusione del virus inasprendo le regole sulle mascherine nei negozi e sui trasporti pubblici. Spero vivamente che continueremo a essere in una posizione favorevole per poter revocare di nuovo queste misure. Ma ora questa è la linea d’azione responsabile per rallentare la nascita e la diffusione di questa nuova variante e per massimizzare le nostre difese”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omicron per il Sudafrica “causa solo sintomi lievi”. Londra convoca d’urgenza i ministri Salute del G7. Marocco e Israele chiudono i voli

next
Articolo Successivo

Finalmente anche il Niger avrà i suoi droni turchi

next