Dune avrà un sequel. La seconda parte del film di Denis Villeneuve è ufficialmente prevista in uscita nelle sale il 20 ottobre 2023. Lo ha confermato la produzione Legendary Entertainment. “Questo è solo l’inizio”, c’è scritto in un loro tweet con foto a corredo di una sorta di nuova alba in arancione su cui è sovraimpressa la dicitura: “Dune – Part two”. C’era da aspettarselo che, come scrive Variety riferendosi ad un dettaglio fondamentale della scrittura di film e libro, “la spezia continuerà a fluire sullo schermo”.

È stata quindi Legendary ad annunciare la notizia in quanto principale finanziatore del progetto, nonché detentore dei diritti cinematografici della serie di libri scritti da Frank Herbert da cui il film è tratto. È confermato inoltre che Warner Bros contribuirà a finanziare il film e lo distribuirà a livello internazionale. Dopo l’anteprima mondiale al Festival di Venezia 2021, Dune ha debuttato prima nelle sale europee, poi è uscito negli Stati Uniti il 22 ottobre scorso incassando 41 milioni di dollari nel suo primo weekend. Cifra in linea con ciò che attendevano i produttori, a cui va aggiunto un ulteriore e ottimo risultato raggiunto fino ad ora a livello globale, al netto degli Stati Uniti, con oltre 225milioni di dollari d’incasso. Insomma un box office che sembra far dimenticare il tentennamento e le paure dovute al ripristino delle uscite in sala ancora in epoca pandemica da Covid 19.

Per una scelta produttiva contestata con vigore dallo stesso Villeneuve, Dune è stato distribuito contemporaneamente in sala e in streaming per HBO. Metodo di distribuzione non ortodosso dovuto proprio ai rischi della pandemia sull’apertura dei cinema o meno. Ad ogni modo l’annuncio del Dune 2 era nell’aria. Il ritorno ad Arrakis era parte di un disegno produttivo e di scrittura che chiedeva evidentemente conferma dai dati del box office. Dati che oltretutto segnalano anche una certa presa sul pubblico della proiezione di un film del genere su grande schermo. Lo stesso Villeneuve aveva dichiarato durante il Festival di Venezia che non aveva girato contemporaneamente le due parti, quasi fosse una sfida: “Ho girato la prima parte e poi ho aspettato per vedere se il film riscuotesse entusiasmo tra il pubblico. Poi ovvio, nel girare la prima parte ci ho messo tutta la mia passione come fosse un unico film”. Dune 2 prenderà sicuramente le mosse da un’ipotetica vendetta di Paul Atreides (Timothée Chalamet) verso le famiglie nobili che hanno ucciso suo padre, il duca Leto (Oscar Isaac).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paolo Sorrentino candidato italiano all’Oscar con il suo “È stata la mano di Dio”

next
Articolo Successivo

Ai confini del male, la risposta italiana a True Detective con i bravissimi Edoardo Pesce – Massimo Popolizio

next