Erano senza casco le due ragazzine di 13 anni che erano a bordo dello stesso monopattino sono rimaste gravemente ferite nello scontro con un’auto. L’incidente è avvenuto mercoledì in viale della Repubblica a Lecce. Entrambe sono ricoverate nell’ospedale Vito Fazzi del capoluogo salentino: una ragazzina è in coma, mentre l’altra è in prognosi riservata. La dinamica dell’incidente è al vaglio degli agenti della Polizia locale. Il mezzo elettrico si è scontrato con una Mercedes che sopraggiungeva dalla stessa direzione, guidata da un uomo di 48 anni risultato negativo all’alcol test.

L’aumento esponenziale di incidenti ha portato molti Comuni a mettere in campo misure restrittive, ma si attende un quadro armonico di norme a livello nazionale per mettere ordine in questa nuova forma di mobilità, molto spesso condivisa, e che invade sempre di più le città. La sicurezza di chi li usa ma anche degli altri guidatori e dei pedoni è il vero obiettivo. Tra le proposte la disciplina del parcheggio, protezioni anche per i maggiorenni con casco e giubbetti catarifrangenti, targa obbligatoria e rc come per scooter e auto ma anche nuovi limiti di velocità, con il tetto che potrebbe scendere a 20 chilometri orari. E divieto di salire sul monopattino in due: per chi lo fa le sanzioni sarebbero pesanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardegna, Volotea si aggiudica per sette mesi la continuità territoriale: via dal 15 ottobre. Ma prenotare o avere informazioni è impossibile

next
Articolo Successivo

Green pass, controlli del Nas: 433 violazioni. Denunciati anche due medici per aver redatto falsi certificati

next