“Il Parlamento deve affrontare i problemi di tutti gli italiani. Faccio un appello a tutte le forze politiche perché subito, a settembre, si apra un tavolo per una nuova legge sulla cittadinanza. Questi ragazzi e ragazze attendono una risposta, sono già italiani, a tutti gli effetti, prima dei 18 anni”. A dirlo, ospite a La Versiliana, il segretario del Pd, Enrico Letta, che risponde a una domanda sullo ius soli, citando il caso, diventato celebre in questi giorni, del centometrista Fausto Desalu, che ha vinto la medaglia d’oro nella staffetta 4×100. “La questione della legge di cittadinanza non ha nulla a che vedere con gli sbarchi. Una legge di cittadinanza è una legge di civiltà fondamentale per il nostro Paese. L’attuale situazione è emersa in tutta la sua insostenibilità anche con i Giochi olimpici”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, Letta: “Serve soluzione equilibrata. Fondamentale intervento per le povertà, ma per il lavoro servono altri strumenti”

next
Articolo Successivo

Comunali, il sondaggio: sfide aperte in quasi tutte le città. A Roma Michetti al ballottaggio, a Milano Sala è avanti (di poco) su Bernardo

next