In vista del ritorno a scuola, il commissario Francesco Paolo Figliuolo chiede alle Regioni entro il 20 agosto di quantificare il personale scolastico che non si è ancora vaccinato. Il generale ha inviato una nuova lettera, ribadendo quanto aveva già scritto lo scorso 25 giugno e rinnovando la necessità di perseguire “la massima copertura vaccinale del personale scolastico attraverso un coinvolgimento attivo”. Figliuolo evidenzia nuovamente anche la necessità di “garantire la massima priorità alla vaccinazione di soggetti fragili, di età over 60 e con comorbilità”. Una richiesta rimasta finora inevasa, come mostrano i dati. Non solo, Il Tempo riporta che solo 8 Regioni hanno risposto alla precedente richiesta della struttura commissariale: inviare entro il 15 luglio i dati sugli over 60 ancora in attesa della prima dose.

La lettera con la richiesta di “censimento” degli ultrasessantenni non ancora vaccinati è di giugno: tra loro figurano persone già prenotate e semplicemente in attesa, persone che non possono ricevere il vaccino per malattie pregresse e poi coloro che rifiutano di partecipare alla campagna. Sono coloro che il commissario deve scovare e convincere, perché fanno parte delle categorie che corrono maggiori rischi in caso di contagio. Un mese dopo, stando all’ultimo report Iss, l’obiettivo non è stato raggiunto. Sono 2.437.720 gli over 60 che non hanno ricevuto neanche una dose, con il maggior numero concentrato nella fascia 60-69 anni: 1.372.956 italiani che non si vaccinano, pari al 18,18% della popolazione in quel range di età. Secondo il quotidiano romano, però, le Regioni non hanno aiutato Figliuolo: solo Emilia Romagna, Marche, Veneto e Toscana hanno fornito ad oggi i dati richiesti, mentre anche Lombardia, Molise, Piemonte e Calabria hanno risposto, seppure in modo non esaustivo. Dalle altre, scrive Il Tempo, non è arrivato ancora nulla.

Ora il commissario Figliuolo avanza una nuova richiesta: Regioni e Province devono “porre in essere le azioni necessarie a dare priorità alle somministrazioni nei confronti degli studenti di età uguale o superiore ai 12 anni”. Mentre continua la rincorsa agli over 60 non vaccinati, si avvicina il giorno del ritorno a scuola, che il governo vorrebbe in presenza. La lettera riporta il verbale del Cts del 12 luglio e poi Figliuolo ribadisce la necessità di perseguire “la massima copertura vaccinale del personale scolastico attraverso un coinvolgimento attivo” e chiedendo di avere entro il 20 agosto i dati su tutti coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi. Nessun “elenco” ma una generica “quantificazione” delle mancate adesioni a fini statistici, nel rispetto della privacy e delle scelte personali, ha precisato la struttura del Commissario. “E’ necessario continuare a garantire la massima priorità alla vaccinazione di soggetti fragili, di età over 60 e con comorbilità, facendo esteso ricorso al coinvolgimento attivo di tali cittadini, nel rispetto delle norme sul trattamento di protezione dei dati personali”, si legge ancora nella lettera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Voghera, le immagini degli attimi prima dello sparo: l’aggressione poi il colpo – Video

next
Articolo Successivo

Voghera, parla il legale della famiglia della vittima: “Nessuno ha avvisato i suoi parenti dell’autopsia, grave perché è irripetibile”

next