“Draghi certamente è una persona che ha molta esperienza nelle questioni europee e sono sicuro che l’Italia avrà un ruolo importante grazie al prestigio di Draghi. Ma l’Italia aveva un ruolo importante anche prima. Il Recovery Fund sarebbe stato impossibile senza la posizione molto dura e salda presa dal precedente primo ministro italiano e da quello spagnolo. Entrambi hanno espresso molto chiaramente che in questo caso non bisognava parlare di instabilità fiscale o disciplina di bilancio. Si trattava di un incidente della storia e che nessuno era colpevole del virus. Sono stati molto forti e decisi, credo che sia grazia a loro che il Recovery Fund sia stato concepito in questa maniera”. Lo ha detto Josep Borrell, Alto Rappresentante politica estera Ue , intervenendo a Sky Tg24 Live In Firenze.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ddl Zan, Letta a SkyTg24: “Il dialogo non sarà facile, meglio andare al voto in Aula”

next
Articolo Successivo

La Zanzara, lite tra Parenzo e il politico siciliano di destra contro i ‘comunisti mangia-bambini’. “Lei è un pazzo e un somaro”. “Razzista, si vergogni”

next