Finisce in tribunale lo scontro Fedez-Rai, dopo le polemiche nate con il Concerto del primo maggio. La Rai ha deciso la querela per diffamazione contro il rapper per la diffusione dell’audio della telefonata con i vertici di Rai3 e per diffamazione aggravata della società e di una sua dipendente. “Sono orgogliosissimo a maggior ragione di quello che ho fatto, lo rifarei altre mille volte. Affronto le conseguenze”, la replica di Fedez sul suo profilo Instagram affidata a un videomessaggio. Il cantante ha poi aggiunto: “Un aggiornamento sull’album delle mie querele. La Rai ha deciso di querelarmi, loro dicono che la mia telefonata è tagliata ma la gente sui social pensa che quella integrale sia ancora peggio. Questa è la vigliaccheria di Stato“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La denuncia di Aurora Leone dei The Jackal: “Mi hanno cacciata dalla Partita del cuore perché sono donna”

next
Articolo Successivo

Racconti brevi? Sì grazie. Dario Vergassola e Racconti Edizioni ospiti di FqMagazine: rivedi la diretta

next