“È mai possibile che la gente non capisce che prendere un’immagine intima di una persona e metterla sui social può sputtanarti in modo irreparabile?”. E’ un Rocco Siffredi serio e pedagogico quello che si scaglia contro il sexting durante #SpinOff, la diretta del martedì di FQMagazine, dove è stato presentato il suo libro Sex Lessons. Dopo la riflessione del professore Gianpiero Dalla Zuanna, autore del saggio Piacere e fedeltà (IlMulino) sui pericoli di ricatto derivanti da immagini private di atti sessuali messi senza consenso online, Siffredi ha ricordato il trauma nei primi anni di carriera nel mostrarsi al padre in un film porno e poi si è scagliato contro le persone che prendono con leggerezza e fare scherzoso il sexting: “Prendere una persona e buttarla lì dentro al calderone è un macello“. Infine è tornato sul ricordo di sei pornostar statunitensi che si sono suicidate in seguito ai commenti oltraggiosi ricevuti sui social. Ascoltate cos’ha detto Rocco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Verissimo, Lea T contro l’ospitata di Giorgia Meloni: “Non mandate in onda la mia intervista, sistema miserabile”. Ma ecco come stanno le cose e quello che vedremo

next
Articolo Successivo

Rocco Siffredi a FqMagazine: “Il letto è il posto peggiore per fare se**o. Vi spiego perché”

next