Segnalare un’irregolarità in un allevamento intensivo o in un macello italiano d’ora in avanti sarà facilissimo. Essere Animali ha lanciato il primo sito in Italia tramite il quale si potranno segnalare, in maniera riservata, maltrattamenti sugli animali, inquinamento ambientale, sfruttamento dei lavoratori, problemi sanitari e frodi alimentari.

Le irregolarità all’interno di questi luoghi non sono rare e lo dimostrano le indagini che Essere Animali ha realizzato negli ultimi dieci anni: non solo maltrattamenti, anche la gestione illecita di reflui, lo sfruttamento della manodopera (caporalato, lavoro nero), oppure l’etichettatura irregolare sono episodi ordinari.

Come funziona?

Basterà collegarsi a questo sito e fornire alcune informazioni utili.

Una volta arrivata la segnalazione, Essere Animali verificherà le problematiche e raccoglierà più prove possibili.Nel caso in cui l’ufficio legale dell’associazione riscontrerà irregolarità, verrà avviata un’azione legale: depositerà quindi una denuncia alla procura competente, seguendo l’iter giudiziario fino alla possibile condanna.

Essere Animali si servirà della collaborazione di avvocati, veterinari e gli oneri per le spese legali saranno completamente a carico dell’associazione.

Perché rivolgersi a Essere Animali?

Nonostante siano molto diffusi, i presunti crimini negli allevamenti o nei macelli vengono percepiti come secondari e possono essere trascurati da chi dovrebbe fare controlli o far rispettare le normative. Questo succede soprattutto quando a sporgere denuncia è un privato cittadino.

Affidarsi a un’associazione con una lunga esperienza in questo campo vuol dire assicurarsi che il caso verrà preso in considerazione seriamente. Inoltre, verrà gestito da un team di professionisti che sapranno come meglio procedere.

Segnalare non è mai stato così facile

“Negli ultimi anni, diversi ex lavoratori e persone che abitano vicino ad allevamenti, si sono rivolti a noi per denunciare presunti reati. Con questo nuovo strumento, vogliamo agevolare le segnalazioni”, ha dichiarato Alessandro Ricciuti, responsabile del team legale di Essere Animali.

Tutte le segnalazioni saranno effettuate in forma riservata: i dati del segnalante verranno gestiti in modo strettamente confidenziale e saranno forniti alle forze dell’ordine soltanto nel caso in cui lui stesso decidesse di cooperare nello svolgimento delle indagini.

Se sei a conoscenza di maltrattamenti o illegalità in allevamenti e macelli, segnalalo su segnalazioni.essereanimali.org. Insieme possiamo fare la differenza: tu fai la segnalazione, Essere Animali passa all’azione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Birol (Agenzia internazionale energia): “Emissioni Co2 record nel 2021. I governi stanno perdendo la battaglia per l’ambiente”

next
Articolo Successivo

Emissioni Co2, a giugno la nuova tassazione Ue. Timmermans: “Rivedere esenzioni per trasporto aereo e marittimo”

next