Hanno bloccato il traffico con una settantina tra camion e furgoncini. Poi hanno fatto un presidio sotto al palazzo del Consiglio regionale. Così gli ambulanti e giostrai della Sardegna hanno protestato a Cagliari per chiedere non solo risposte, ma anche il via libera a mercati rionali, sagre e spettacoli viaggianti.

La manifestazione ha bloccato le auto della principale strada del capoluogo e gli automobilisti hanno dovuto pensare percorsi alternative. Il presidio è stato organizzato al livello nazionale da Css Ambulantato e da Fiva-Confcommercio. Tante bandiere e striscioni, con messaggi come “vogliamo lavorare” e “siamo alla frutta”.

“Siamo chiusi da quattordici mesi – ha spiegato uno dei manifestanti – i ristori non bastano: serve una data certa per la ripartenza”. Per il momento – è stato detto al microfono durante il sit in – i partecipanti alla mobilitazione hanno ottenuto un appuntamento, quello fissato per mercoledì prossimo con il presidente del consiglio Michele Pais. Tra le richieste anche quella di un’accelerazione sull’erogazione di contributi e ristori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attivisti No Tav si incatenano contro i lavori a San Didero: “La Torino-Lione non è progresso, ma inquinamento e disboscamento” – Video

next
Articolo Successivo

Noipartigiani.it, da Bruno Segre a Lidia Menapace: un blob di alcune delle testimonianze del Memoriale virtuale della Resistenza

next