Natalie Portman sarà la protagonista del film tratto da I giorni dell’abbandono. La conferma è arrivata dalla casa editrice italiana E/O, colei che custodisce il segreto supremo dell’identità (o della possibile inesistenza) di Elena Ferrante che I giorni dell’abbandono l’ha pubblicato nel 2002, prima del boom de L’amica geniale (2011). Del successo dell’autrice napoletana negli Stati Uniti già sappiamo da tempo. Successo commerciale sia a livello editoriale che produttivo nel settore audiovisivo. Tanto che l’importante HBO produsse assieme a RaiCinema la serie diretta da Saverio Costanzo tratta da L’amica geniale vendendone i diritti in oltre 160 paesi.

Tornando a I giorni dell’abbandono con la Portman protagonista e produttrice esecutiva, sarà sempre HBO a produrre e la regista afroamericana Maggie Betts a dirigere. Il personaggio femminile protagonista interpretato dalla Portman si chiamerà Tess (reminiscenza polanskiana? ndr) e recupererà il plot del bestseller della Ferrante in toto. Ovvero quello di una donna che ha sacrificato i suoi sogni di vita per una stabile quotidianità familiare, ma che improvvisamente abbandonata dal marito cade in un gorgo oscuro di disperazione e astenia, lasciata sola con i figli e un cagnolino. Il romanzo era già stato al centro di una riduzione cinematografica omonima di Roberto Faenza con protagonista Margherita Buy e Luca Zingaretti, presentato non tra pochi fischi al Festival di Venezia in Concorso nel 2005. Se non si fa in fretta oramai non ci saranno più testi liberi della Ferrante da trasporre al cinema. Detto de L’amica geniale, anche l’ultimo romanzo La vita bugiarda degli adulti sarà presto una serie Netflix. Mentre La Figlia oscura del 2006 sarà un film diretto da Maggie Gyllenhaal e con protagonista Olivia Colman.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roberto Benigni Leone d’oro alla carriera, Venezia premia il genio comico dell’attore toscano

next
Articolo Successivo

Benigni, il Leone d’oro a uno spirito puro. Che oggi dev’essersi perso

next