“Non basterà questo primo giro di vaccinazioni, credo e temo che questo virus rimarrà in modo meno presente ancora a lungo e che quindi servirà un richiamo con vaccini aggiornati contro le varianti”. Così Fabrizio Pregliasco, virologo all’Università degli Studi di Milano e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi commentando l’andamento della pandemia in Italia. Secondo il virologo, la problematica principale “sarà l’accettazione” sull’uso dei vaccini che, ribadisce, dovrebbero “essere obbligatori per il personale sanitario” perché “negli ospedali non c’è mai il rischio zero”. Fondamentale, inoltre, “l’uso del volontariato di protezione civile, Anpas, Croce Rossa e Misericordia per un lavoro capillare in quei comuni distanti, come quelli degli Appennini e delle Valli alpine, dove bisogna arrivare direttamente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

AstraZeneca, nelle Marche sequestrati 2 lotti: saltano vaccinazioni a over 80, insegnanti e forze dell’ordine. Ma nessuno è stato avvisato

next
Articolo Successivo

Puglia, nel fine settimana assistita una persona ogni 5 minuti. Terapie intensive oltre la soglia critica, pieni anche i reparti non Covid

next