È passata mezzanotte. Da 35 minuti. Mancano ancora molti cantanti in gara. Troppi. Il sonno, beato chi ne gode. Lo ha detto pure Achille Lauro, “beato chi gode”, no?

Ci leggiamo poi. E il cagnolino rise.

Dopo un lungo sonno, eccoci di nuovo qui. Ahimé, non è vero, ma quel che conta è aver recuperato le esibizioni su RaiPlay. Sono pronto.

Willy Peyote. Rap ‘geriatrico’, nel senso che si capiscono le parole e non usa autotune. Un Caparezza meno tagliente ed efficace nella scrittura. La protesta? Scontata e innocua. Sovversivo come un boy-scout che beve una birretta. 5+

Irama. Piacerà tantissimo alle radio. La canzone è giusta per pomiciare sui sedili di autobus durante la gita. 6/7

Fulminacci non lo vedo male… Facciamolo maturare ancora un po’ e sarà pronto per svolgere al meglio qualsiasi altro nobilissimo mestiere, purchessia. Dilettante, pure troppo. 5

INDIETRO

Sanremo 2021, le pagelle della seconda serata. Fulminacci non male… Qualche mese e sarà pronto a cambiare mestiere. Si poteva evitare Lo Stato Sociale?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, Morgan attacca il Festival: “L’hanno fatto davvero? Io ho avuto danni enormi, gravissimi”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2021, il palloncino fallico in platea: “Ma è un caz*o, mi sento male”

next