La seduta dell’Aula della Camera si apre con la comunicazione formale, da parte del vicepresidente di turno Fabio Rampelli, dell’espulsione dal gruppo del Movimento 5 stelle dei 21 deputati che non hanno votato a favore della fiducia al governo Draghi e che sono dunque passati automaticamente al gruppo misto. Il tutto mentre nel M5s c’è chi chiede, come il senatore Nicola Morra, che la ratifica dell’espulsione passi attraverso un voto online su Rousseau.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto Covid, il governo proroga lo stop alla mobilità fino al 27 marzo. La stretta: in zona rossa divieto di fare visita a un’altra abitazione

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, Zingaretti: “Case farmaceutiche permettano la produzione in tutti i siti industriali capaci di farlo”

next