La regina Elisabetta ha ufficialmente privato il principe Harry e Meghan Markle dei loro titoli di patroni di una serie di attività affidate in quanto membri della famiglia reale. Non solo, Sua Maestà ha deciso di togliere al secondogenito di Carlo e Diana anche di ruoli onorifici militari. La notizia arriva direttamente da Buckingham Palace, che precisa che Elisabetta II lo ha comunicato loro “in una lettera dopo una conversazione con il Duca” nella quale Harry ha confermato definitivamente la rinuncia allo status di membri senior della Royal Family annunciata clamorosamente l’anno scorso in nome di una maggiore autonomia e il trasferimento per ora in America. Un colpo di scena che smentisce così tutti i rumors circolati negli ultimi mesi, secondo cui i Sussex fossero in trattativa con la sovrana per ottenere un altro anno “sabbatico” prima di decidere definitivamente se rientrare a Londra o restare negli Usa perdendo per sempre il proprio status.

“In seguito a conversazioni avute con il Duca – si legge nella nota di palazzo – la Regina ha scritto (a Harry e a Meghan) per confermare che, essendosi (i Sussex) allontanati dal lavoro della Famiglia Reale, essi non possono continuare a esercitare le responsabilità e gli incarichi che derivano da una vita di pubblico servizio“. “Il titoli militari e i patronati reali affidati al Duca e alla Duchessa tornano quindi a Sua Maestà, che li redistribuirà poi fra le attività di altri membri della Royal Family”, prosegue il testo del comunicato, nel quale si sottolinea come, tutti gli altri Windsor, “sebbene rattristati dalla loro decisione“, continuino a considerare “il Duca e la Duchessa di Sussex membri molto amati della famiglia” reale.

Da parte loro, Harry e Meghan – in dolce attesa del loro secondo figlio – hanno fatto sapere tramite il loro portavoce che questo non gli impedirà di restare “impegnati a volgere i propri doveri” e a compiere attività di “servizio per il Regno Unito e in giro per il mondo. I duchi fanno inoltre sapere d’aver “offerto di continuare a sostenere le organizzazioni” patrocinate finora anche senza avere più ruolo ufficiali. “Tutti possiamo vivere una vita di servizio – concludono secchi -. Il servizio è universale“.

L’agenzia Pa precisa che la conversazione decisiva, prima della scelta definitiva, ha coinvolto Harry da una parte, la Regina, l’erede al trono Carlo e altri membri senior del casato dall’altra. E che gli incarichi rimessi dai duchi riguardano i loro ruoli nei Royal Marines, nella RAF, nella Royal Navy, nonché nel Queen’s Commonwealth Trust, nella Rugby Football Union e nella Rugby Football League, nel patronato del Royal National Theatre e delle varie università e associazioni connesse del Regno Unito e dei Paesi del Commonwealth. L’anno scorso, preso atto della loro rinuncia e delle loro intenzioni, la regina e il principe Carlo si erano limitati a rivedere solo parzialmente il ruolo dei duchi di Sussex, con un arrangiamento transitorio giunto a scadenza in questi giorni.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, televoto tra Giulia Salemi e Stefania Orlando sospeso misteriosamente: cosa sta accadendo

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid e birra in omaggio: l’iniziativa nei bar della movida di Tel Aviv

next