Moni Ovadia, accompagnato da Maurizio Dehò (violino) e Nadio Marenco (fisarmonica), rende omaggio a Gianfranco Maris, con “Memoria è vita”, uno spettacolo trasmesso sulla pagina facebook di Fondazione Memoria della deportazione e registrato all’interno dell’ex carcere Sant’Agata di Bergamo dove Gianfranco fu rinchiuso dopo essere stato violentemente interrogato da fascisti e SS e prima di essere trasferito a San Vittore e quindi a Fossoli, Bolzano, Mauthausen.
Gianfranco Maris ha sempre insegnato che i luoghi diventano documenti quando si dà voce agli eventi in essi vissuti. I figli Floriana e Gianluca insieme al grande amico Moni Ovadia ritornano nell’ex carcere di Sant’Agata per ricordare attraverso le parole di Gianfranco le vite di uomini e donne offese dalla violenza del nazifascismo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mal di schiena e dolori al collo: tutti gli errori da non fare quando si sta al pc. La guida: gli esercizi posturali

next
Articolo Successivo

Festival di Sanremo, Assomusica: “C’è ancora poca chiarezza. Sul pubblico in sala non mi pare ci siano le condizioni normative”

next