Michelle Hunziker è al timone per il terzo anno consecutivo di “All Together Now”, in onda il mercoledì sera in prima serata su Canale 5. “I concorrenti sono persone normalissime che hanno solo voglia di divertirsi. Vincono un premio in denaro di 50mila euro, che fa comodo a tutti in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, e non un contratto discografico. Quindi ci si prende meno sul serio”.

“Il nostro è un programma leggero, spensierato e pulito – ci ha raccontato Michelle Hunziker –. Il pubblico in questo momento ha bisogno proprio di questo, di un grande momento di karaoke. Un po’ come quando con gli amici si andava in un bar a fare l’aperitivo e si cantava assieme con la musica di sottofondo con un bicchierino di vino in mano. C’è un clima meraviglioso con i giudici. Rita Pavone è una forza della natura, ci siamo trovati benissimo anche con Francesco Renga e Anna Tatangelo, poi con J-Ax ormai c’è un bellissimo feeling dopo tre edizioni”.

Tra i concorrenti che hanno colpito in particolar modo Michelle c’è Kam “Eki” Cahayadi (33 anni, di Giacarta): “Un cantante pazzesco! Il nostro Justin Timberlake. Suonava in piazza Duomo a Milano, poi ha conosciuto la moglie che è italiana e vive in Italia. Poi abbiamo avuto anche una ragazza, una attrice di musical che ha partecipato proprio perché in difficoltà propri come tutti i lavoratori dello spettacolo che sono rimasti a casa, a causa della pandemia. A questi due concorrenti come a molti altri fa comodo, in un momento così difficile, vincere un premio in denaro”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Michelle Hunziker a FqMagazine: “Sono stata vittima di stalking e ho denunciato. Bisogna sempre denunciare”

next
Articolo Successivo

Michelle Hunziker a FqMagazine: “Nel 2021 farò un one woman show”

next