Attimi di tensione al molo Cocciani del porto industriale di Olbia, dove il deputato della Lega Eugenio Zoffili, coordinatore regionale del Carroccio in Sardegna, l’assessore regionale dei Trasporti Giorgio Todde e i consiglieri regionali Michele Ennas e Annalisa Mele, tutti della Lega, hanno tentato di entrare nell’area dedicata alle operazioni di sbarco dei 125 migranti che si trovano a bordo della nave Alan Kurdi.

Solo Zoffili è riuscito a eludere il cordone di sicurezza allestito dalle forze dell’ordine, mentre l’assessore e i due consiglieri hanno protestato vivacemente. “State negando ai rappresentanti dei sardi di sovrintendere a questa operazione senza alcun senso”, hanno urlato, mentre Zoffili ha denunciato che “stiamo con le forze dell’ordine, costrette a prendere ordini da questo governo di incapaci che consente l’ennesimo sbarco di clandestini in terra sarda”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spoleto, rubata l’ampolla con il sangue di papa Wojtyla: a lanciare l’allarme è la sacrestana

next