La Polizia di Brindisi ha arrestato 13 componenti della Sacra Corona Unita legati al clan Campana, attivo sul territorio brindisino. All’operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce, hanno preso parte oltre 100 operatori, tra agenti della Polizia di Stato della Questura di Brindisi, coadiuvati da numerosi equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Puglia, personale del IX Reparto Volo di Bari.

L’attività investigativa ha consentito di monitorare diversi episodi in tutta la provincia. In particolare, tutti gli elementi acquisiti hanno permesso di dimostrare l’attuale operatività in questo territorio dell’associazione mafiosa nella commissione di una serie di reati con particolare riferimento alle estorsioni, avvalendosi di un rinsaldato controllo del territorio e dell’assoggettamento delle vittime al modus operandi particolarmente intimidatorio dei consociati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brindisi, blitz dei carabinieri contro la Sacra Corona Unita: 37 arresti per estorsione, detenzione d’armi e traffico di droga

next