Un incendio è scoppiato nel campo profughi di Samos, in Grecia, tra domenica notte e lunedì. Tre unità abitative sono andate in fiamme e due minori, secondo la ong Project Armonia, sono stati portati in ospedale. L’episodio è avvenuto a distanza di dieci giorni dai due giganteschi incendi che hanno devastato il campo di Moria, sull’isola di Lesbo, facendo sì che circa 12mila profughi restassero senza riparo, acqua e servizi igienici. A Samos si verificò un rogo, che causò lo sfollamento di 200 persone, lo scorso 27 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Johnson: “Siamo a un pericoloso punto di svolta”. Per sei mesi coprifuoco per pub e ristoranti, sì a smartworking

next