Un incendio è scoppiato nel campo profughi di Samos, in Grecia, tra domenica notte e lunedì. Tre unità abitative sono andate in fiamme e due minori, secondo la ong Project Armonia, sono stati portati in ospedale. L’episodio è avvenuto a distanza di dieci giorni dai due giganteschi incendi che hanno devastato il campo di Moria, sull’isola di Lesbo, facendo sì che circa 12mila profughi restassero senza riparo, acqua e servizi igienici. A Samos si verificò un rogo, che causò lo sfollamento di 200 persone, lo scorso 27 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Johnson: “Siamo a un pericoloso punto di svolta”. Per sei mesi coprifuoco per pub e ristoranti, sì a smartworking

next