“Si sono verificati ben tre incendi a Moria. Hanno fatto sì che 12mila persone rimanessero senza riparo, acqua e servizi igienici. Spediremo presto materassi, sacchi a pelo, tende e beni di prima necessità. Stiamo anche cercando soluzioni per i profili più deboli, ma siamo qui anche per incontrare le autorità greche per programmare le azioni future”. Così Astrid Castelein, funzionaria dell’Unhcr a Lesbo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Colombia, la strage dei giovani ammazzati dove lo Stato non c’è. Coca, paramilitari e la morte di Mario Paciolla: tutti i nodi della violenza

next
Articolo Successivo

Israele, nuovo lockdown per 2 settimane: è il primo paese del mondo a richiudere tutto. Positivo l’8,8% dei tamponi

next