“Per i suoi meriti, penso che abbia fatto molto più di più degli altri candidati al Premio Nobel per cercare di ottenere la pace tra le nazioni”. Il deputato norvegese Christian Tybring-Gjedde eletto tra le file del Fremskrittspartiet, partito populista di destra terzo nel Paese per consensi, propone così, in un’intervista a Fox News, la candidatura di Donald Trump al Premio Nobel per la pace 2021 per avere mediato la pace tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti.

Nella lettera inviata al Comitato per il Nobel, Tybring-Gjedde, che è anche presidente della delegazione norvegese all’Assemblea parlamentare della Nato, ha anche citato il ruolo chiave del presidente americano nel “facilitare i contatti tra le parti in conflitto e nel creare nuove dinamiche in altri conflitti in corso da tempo, come la disputa sul confine del Kashmir tra India e Pakistan e il conflitto tra Corea del Nord e Corea del Sud’’. E ha aggiunto: “Poiché si prevede che altri paesi del Medio Oriente seguiranno le orme degli Emirati Arabi Uniti, questo accordo potrebbe essere un punto di svolta che trasformerà il Medio Oriente in una regione di cooperazione e prosperità”.

Tybring-Gjedde, inoltre, ha elogiato Trump per aver ritirato un gran numero di truppe dal Medioriente. “Nei fatti, Trump ha interrotto una costante in corso da 39 anni, durante i quali i presidenti americani avevano iniziato una guerra o portato gli Stati Uniti in un conflitto armato internazionale. L’ultimo presidente a evitarlo è stato il vincitore del Premio per la pace Jimmy Carter”, ha scritto. Tybring-Gjedde aveva già candidato Trump al Nobel per la pace nel 2018 dopo il vertice di Singapore tra il presidente degli Stati Uniti e Kim Jong-un.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, Francia: oltre 8.500 casi in un giorno. Uk torna a vietare riunioni con più di 6 persone: “Arresto e multe fino a 3.200 sterline”. Nuovi record di contagi in Olanda, Portogallo e Repubblica Ceca

next
Articolo Successivo

Quarantene più brevi, l’Oms: “Consigliamo sempre 14 giorni”. Crisanti: “Una settimana? Misura non sicura al 100%”

next