Malore in diretta Facebook per Arturo Lorenzoni, il candidato presidente del Veneto per il centrosinistra, positivo al Covid, che si era collegato con il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia e il candidato sindaco di Venezia Pierpaolo Baretta. Lorenzoni si trovava a casa dove sta trascorrendo il periodo di isolamento per via della positività al coronavirus: il collegamento video con è stato interrotto ed è stato soccorso dai familiari in casa, riprendendosi poco dopo. Ora si trova in ospedale per accertamenti che – precisa il suo staff – erano già previsti per domani.

Il mancamento – riferisce lo staff di Lorenzoni – è stato causato dallo stress e da un calo di pressione. Lorenzoni si è prontamente ripreso, e in via precauzionale è stato trasportato da un’ambulanza al Pronto Soccorso di Padova. Ora quel frammento video è stato rimosso dal social.

Già vicesindaco di Padova e docente universitario, Lorenzoni aveva dovuto annullare l’incontro e la conferenza stampa con il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, perché aveva accusato la febbre: i sintomi lo hanno convinto a effettuare il tampone, che infatti ha rivelato il contagio da coronavirus. Il candidato aveva annunciato di stare bene e di voler continuare la campagna elettorale da remoto con incontri in videoconferenza, come quello di oggi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dagli indagati per corruzione alla condannata per sequestro di persona fino ai voltagabbana: la corsa dei 914 al Comune di Reggio Calabria

next
Articolo Successivo

Sorrento, un candidato sindaco positivo al Covid: gli altri tre in isolamento dopo comizio in comune. Si ferma la campagna elettorale

next