È morto a Modena il giornalista e scrittore Arrigo Levi. Aveva compiuto 94 anni lo scorso 17 luglio. Appartenente a una famiglia della comunità ebraica di Modena, Levi aveva intrapreso una lunga carriera giornalistica che da corrispondente da Israele per la Libertà e la Gazzetta di Modena, lo aveva portato alla Bbc di Londra.

Costretto a trasferirsi con i genitori in Argentina per sfuggire alle persecuzioni delle leggi razziali nel 1942, a Buenos Aires inizia gli studi universitari e dopo un anno inizia la sua carriera giornalistica, come collaboratore di LItalia libera, il giornale del Partito d’Azione. Quindi è stato corrispondente del Corriere della Sera, ha lavorato in Rai, e poi è diventato inviato de La Stampa, quotidiano che ha anche diretto. Oltre che nel giornalismo, tante le soddisfazioni raggiunte da Levi anche in politica. Dal ’98 al 2013 è stato consigliere delle relazioni esterne del Quirinale sotto due presidenze della Repubblica, prima quella di Carlo Azeglio Ciampi e poi di Giorgio Napolitano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

La Repubblica tradita

di Giovanni Valentini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Vodka Siberiana /8 – E tu come farai?

next
Articolo Successivo

Marisa Laurito a FQMagazine: “La scelta di non avere figli? Un’artista deve essere libera. La mia vita coi “grandi”: Celentano mi chiuse in camera, caddi a terra per Fellini…”

next