“Volevamo fare il tampone con l’Atsl, ma non ci davano dei tempi sicuri così ci siam dovuti rivolgere al privato”. Ogni giorno all’aeroporto Caravaggio di Orio al Serio atterrano una quindicina di voli da Spagna, Croazia, Grecia e Malta. 1700 persone che dovranno sottoporsi al tampone entro 48 ore dal loro arrivo o nelle 72 ore precedenti al loro arrivo. “Abbiamo fatto il tampone a Ibiza” spiega una signora mentre aspetta il marito “perché se aspettavamo qua in Italia, ne passava di tempo”.

In tanti raccontano le difficoltà di reperire informazioni. “Il numero verde della Regione non funziona dall’estero così abbiamo dovuto chiedere ai nostri genitori di chiamare al posto nostro” racconta una ragazza. Se invece si vuole scegliere di prenotarlo in uno degli istituti privati accreditati bastano pochi click un pagamento che oscilla tra i 90 e i 110 euro e in 48 ore di effettua il test. In attesa che a Malpensa vengano installati dei punti mobili per i tamponi, per chi arriva a Bergamo, secondo il portale istituzionale della Regione “Lombardia Notizie” il pronto soccorso di Seriate sarebbe “il punto di riferimento per l’aeroporto di Bergamo”. Ma lo è solo per i residenti e chi arriva da fuori deve tornare indietro e rivolgersi alla propria Ats di riferimento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tamponi in aeroporto, Gallera: “Orio al Serio? Esami senza prenotazione a Seriate”. Ma l’ospedale lo smentisce: “Test solo ai residenti”

next
Articolo Successivo

“Così il 13 agosto eravamo già pronti per fare i tamponi”: come si gestisce il test rapido ai turisti nell’aeroporto Catullo di Verona

next