Seconda notte di proteste nel centro di Minsk, capitale bielorussa diventata il teatro principale della contestazione, dopo l’elezione del capo dello Stato uscente, Aleksandr Lukashenko. I manifestanti, che hanno lanciato una fitta sassaiola di molotov contro la polizia, si sono ritirati verso la stazione della metropolitana Sportivnaya, sempre piuù lontano dal centro della città che era stato sgomberato intorno alle 23 ora locale (le 22 in Italia) di ieri sera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Putin: “Registrato Sputnik, primo vaccino contro Covid-19”. Ma l’Oms avverte: “Dovrà passare una rigorosa valutazione”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, quasi 1.400 casi in Francia. Il premier Castex: “Andiamo nella cattiva direzione, rischio alto”. In Germania altri 966 contagi

next