“Ho letto corbellerie e numeri a caso, anche sui costi, esprimo tutto il mio biasimo”, così la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso dell’informativa sull’apertura dell’anno scolastico alla Camera dei deputati commenta quanto uscito negli ultimi giorni in merito ai banchi monoposto. “Si tratta di banchi di tipo tradizionale o innovativo – replica alle critiche – ma non abbiamo imposto una sola tipologia. Ma lo Stato si è preso la responsabilità di sostenere le scuole aiutandole a rinnovare gli arredi”.

“Saremo pronti per settembre – rivendica – l’obiettivo è di riportare tutti a scuola, anche migliorando gli spazi. Sono stati messi a disposizione degli enti locali 330 milioni per l’edilizia leggera”. Ma non solo, la ministra sottolinea che “oltre a migliorare gli spazi”, il Ministero è al lavoro per “far sì che le lezioni possano essere ospitate altrove”. Azzolina ha inoltre anticipato come a breve verranno emanate anche “le linee guida per i più piccoli, per i nidi”. Per poi lanciare un appello alla collaborazione: “Non è il momento di dividerci, almeno sulla scuola. Non ci siamo mai sottratti, né ci sottrarremo al dialogo con tutti, opposizioni e maggioranza”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fisco, Gualtieri: “Saranno riprogrammate le scadenze del 2020 e rimandati i termini per la ripresa della riscossione”

next
Articolo Successivo

Sanità pubblica: prima di invocare il Mes, vediamo come siamo arrivati al dissesto

next