Allerta caldo nella giornata di domenica 28 giugno a Brescia, Bologna e Perugia: nei tre comuni italiani è previsto semaforo arancione, corrispondente al livello 2 di allerta, con un innalzamento della temperatura fino a 36 gradi in quello che sarà il primo fine settimana di caldo. Lo riporta il bollettino sulle ondate di calore pubblicato sul sito del ministero della Salute.

Quest’anno il monitoraggio, ha sottolineato il ministero in una circolare inviata a Comuni, Regioni e Protezione Civile, dovrà tenere in considerazione anche la situazione causata dai focolai Covid-19 che si potranno verificare in Italia. Secondo gli esperti, anche se le alte temperature dovrebbero aiutare a rallentare i contagi, costituiscono comunque un rischio in più per la salute, soprattutto di anziani, malati cronici, donne in gravidanza e neonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’orso M49 verso la castrazione, ora è nell’oasi di Casteller con un’orsa ma l’area è più piccola del previsto

next
Articolo Successivo

Falso-miele cinese invade l’Italia, produttori in ginocchio. L’allarme: “Costa troppo poco, è creato con sciroppo di zucchero e senza api”

next