Siamo qui per proteggerti, non per farti del male. Puoi protestare o festeggiare”. Così un poliziotto in assetto antisommossa a una bambina di 5 anni, che spaventata era scoppiata in lacrime. “Mi sparerai?“, aveva chiesto la piccola all’agente durante la manifestazione a Houston, nello stato del Texas, contro il razzismo e per la morte di George Floyd.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Usa, da Bush a Romney: anche parte dei Repubblicani scarica Trump. Powell: “Voterò Biden, il tycoon è un pericolo”

next
Articolo Successivo

George Floyd, manifestazioni in tutta Europa. 15mila persone scendono in strada a Berlino: “Il razzismo esiste anche qui” – LE FOTO

next