“Io non amo la ribalta, ma oggi parlo perché non è possibile stare in silenzio, non è possibile che i miei figli subiscano le stesse minacce che ho subito io da ragazza. Tutti loro meritano la cittadinanza, lo ius soli“. È uno dei passaggi più applauditi dell’intervento di Stella Jean, stilista italo-haitiana nata a Roma, con due figli, che ha infiammato piazza del Popolo. “È assurdo che non abbiano tutti i diritti, eppure parlano romano, sono figli di questa città e di questo Paese. Le prove per avere la cittadinanza – ha aggiunto tra gli applausi la stilista considerata la ‘protégé’ di Giorgio Armani – prevedono di sapere a memoria articoli della Costituzione, ma vorrei chiedere quanti italiani la sanno a memoria. Io invece vi posso dire che proprio quella Costituzione figlia della Resistenza, della sofferenza dei padri fondatori e del popolo italiani, garantisce la libertà e l’uguaglianza di tutti i cittadini”. Quindi, ha letto tra l’ovazione della piazza, i principali articoli della Carta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parità, al convegno i relatori sono tutti uomini e il ministro Provenzano non partecipa: “Non è squilibrio, è una rimozione di genere”

next
Articolo Successivo

Parità, il ministro diserta il convegno di soli uomini: ogni tanto una buona notizia

next