Un 19enne è morto a Detroit, in Michigan negli Stati Uniti, da alcuni spari provenienti da un suv. Gli spari erano indirizzati contro la folla che stava manifestando per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd avvenuta a Minneapolis da parte della polizia. Il ragazzo è morto in ospedale. La sparatoria è avvenuta verso le 23:30 di venerdì 29 maggio, vicino al quartiere dei divertimenti della città di Greektown, mentre la polizia si confrontava con i manifestanti. Secondo quanto riportato da un portavoce del dipartimento di polizia, l’uomo avrebbe sparato diversi colpi sulla folla.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coronavirus, a Gibilterra divieto di toccare le scimmie per i turisti: “Garantire che non si ammalino di Covid-19”

next