Un difetto di notifica fa rinviare l’udienza del Tribunale di sorveglianza di Sassari che avrebbe dovuto pronunciarsi sulla posizione di Pasquale Zagaria, fratello del boss dei Casalesi Michele Zagaria. L’udienza è stata nuovamente fissata al 4 giugno. Zagaria, dunque, rimane ai domiciliari in casa della moglie, in provincia di Brescia.

Il 24 aprile scorso il Fattoquotidiano.it aveva rivelato che la mente economica del clan dei Casalesi, aveva chiesto e ottenuto gli arresti domiciliari per motivi di salute e in relazione al rischio Covid. E che il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Sassari lo aveva fatto perché il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria non aveva risposto alla richiesta del giudice di indicare una struttura dove il camorrista potesse ricevere le cure per la sua patologia.

Adesso quella decisione deve essere rivalutata perché un posto per Zagaria è stato trovato dal Dap. Alla luce del decreto legge sulle scarcerazioni dello scorso 10 maggio, il magistrato di sorveglianza è stato chiamato a rivalutare la posizione del Casalese, al quale un mese fa erano stati concessi cinque mesi di arresti domiciliari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia, anniversario stragi: manifestazione online e in televisione. Fondazione Falcone: “Dedicato al coraggio di tutti i cittadini”

next
Articolo Successivo

Giovanni Falcone, dai ricordi in televisione alle manifestazioni online degli studenti: tutte le iniziative di questo 23 maggio “a distanza”

next