Ci manchi Ezio. Sei ogni nota, e saremo ogni nota”. Così durante la quarantena, impossibilitati ad incontrarsi, i musicisti della Europe Philharmonic, l’orchestra fondata e diretta da Ezio Bosso, salutavano il maestro, morto il 15 maggio. Una sorta di poesia per dare forza al pianista in un momento difficile, che li costringeva lontano. Un video-messaggio che Bosso aveva deciso, il 9 aprile, di condividere con i suoi follower, pubblicandolo su Facebook con un testo di accompagnamento: “La musica è un gesto d’amore. Anche quando non c’è musica. Perché le parole possono dichiararlo l’amore, ma l’amore è in un gesto e in ogni gesto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jennifer Lopez, la figlia di 12 anni pubblica un libro di preghiere: “L’ho scritto per provare a salvare i bradipi. Ma non solo”

next
Articolo Successivo

Quando l’entusiasmo per le riaperture delle Messe è alle stelle: il coro da stadio del parrocco nella chiesa di Genova

next