La norma inserita nel nuovo decreto Rilancio, oggi al vaglio del Consiglio dei ministri, che garantisce un permesso temporaneo per la ricerca di lavoro, faciliterebbe “l’emersione del lavoro nero”, riportando quindi “a una condizione di legalità quei lavoratori che di fatto sono impiegati nei campi come braccianti e nelle nostre case come colf e badanti”. A dirlo, in Aula al Senato, la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, durante il question time, rispondendo a un’interrogazione sulle prospettive di riforma della normativa concernente la condizione dei migranti in Italia. “Con i ministri Bellanova, Provenzano, Catalfo abbiamo lavorato per mettere a punto un’ipotesi di intervento normativo che consenta la possibilità di concludere un contratto di lavoro subordinato per chi è impiegato o lo è stato in modo irregolare nella filiera agricola, della cura alla persona e del lavoro domestico”, ha sottolineato ancora la titolare del Viminale, ponendo l’accento sull’intenzione del governo di “garantire la dignità delle persone, la tutela della legalità e le esigenze del mercato del lavoro”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dl Rilancio, c’è l’intesa sui lavoratori stranieri. Lamorgese: ‘Dignità per colf e braccianti’. Bellanova: ‘Ok a percettori reddito nei campi’

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il Pd del Veneto a Zaia: “Malati lombardi in terapie intensive di altre regioni. Ci dica quanti posti ha messo a disposizione”

next