In una serie di video pubblicati su Instagram, Michelle Hunziker ha fatto la telecronaca di come lei e la sua famiglia trascorrano la loro quarantena, immortalando una “giornata tipo”. Così, armata di smartphone, ha fatto il giro della splendida casa di Bergamo dove vive e dove sta trascorrendo questo periodo di isolamento con il marito Tomaso Trussardi, le figlie Sole, Celeste e Aurora, il fidanzato di quest’ultima, Goffredo Cerza, e l’amica Sara Daniele, più ovviamente i loro amati cani e gatti.

Il tour parte dal salone di casa, dove sul divano blu c’è Goffredo che gioca alla Playstation su un maxischermo. Sara Daniele, figlia dell’indimenticabile cantautore Pino è invece nella camera degli ospiti dove alloggia: è perfettamente truccata e vestita. Poi Michelle Hunziker sorprende Aurora stesa nel suo letto, al buio , mentre guarda TikTok: “Ho mal di pancia”, le dice, “colpa delle melanzane”.

Nella loro cameretta, Sole e Celeste bisticciano tra loro mentre Tomaso Trussardi lavora al computer nel suo studio on finestra panoramica sulla città di Bergamo: “Non si stacca mai, neanche di domenica – commenta la moglie – perché un vero bergamasco non molla mai… mola mia!”. La cagnolina Lilly è mogia, Leone saltella e gioca. La giornata si conclude poi con un bell’aperitivo: Michelle stappa una bottiglia di Chianti classico, mentre Sara elenca le proprietà benefiche del vino rosso. “Come convincersi che fare l’aperitivo è cosa buona!”.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quando Walter Ricciardi era attore accanto a Mario Merola ne L’Ultimo Guappo (e non solo)

next
Articolo Successivo

Studio Ghibli, stanchi di fare videochiamate con i quadri di Teomondo Scrofalo sullo sfondo? Ecco la soluzione

next