Settecento bambini di diverse nazionalità hanno dato vita al più grande coro virtuale al mondo interpretando il “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini. Un canto di speranza e solidarietà in questo momento di emergenza che sembra fatto a una sola voce. L’iniziativa è nata dall’associazione Europa In Canto. I giovani cantanti sono stati accompagnati dall’orchestra Eico e guidati dalla bacchetta del Maestro Germano Neri. L’effetto è emozionante.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raffaello, cinquecento anni fa moriva il pittore “divino” e galantuomo. Ecco le mostre virtuali per godersi il suo genio

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la cultura in streaming su SkyArte. In onda anche il doc su Klimt e il dipinto “scandaloso” rubato (e poi bruciato) dai nazisti

next