Settecento bambini di diverse nazionalità hanno dato vita al più grande coro virtuale al mondo interpretando il “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini. Un canto di speranza e solidarietà in questo momento di emergenza che sembra fatto a una sola voce. L’iniziativa è nata dall’associazione Europa In Canto. I giovani cantanti sono stati accompagnati dall’orchestra Eico e guidati dalla bacchetta del Maestro Germano Neri. L’effetto è emozionante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raffaello, cinquecento anni fa moriva il pittore “divino” e galantuomo. Ecco le mostre virtuali per godersi il suo genio

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la cultura in streaming su SkyArte. In onda anche il doc su Klimt e il dipinto “scandaloso” rubato (e poi bruciato) dai nazisti

next