“Ci sono ancora troppi delitti di mafia che sono impuniti o parzialmente impuniti. Lo Stato in tutte le sue articolazioni deve continuare a impegnarsi”. In occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, anche il magistrato Nino Di Matteo ha voluto mandare un video messaggio. Quest’anno infatti a causa dell’emergenza sanitaria in corso non sono state organizzate le tradizionali manifestazioni di piazza. “Questo Paese – ha detto in un video diffuso da Chiarelettere, editrice del libro Il patto sporco firmato proprio dal magistrato antimafia insieme a Saverio Lodato – sta rischiando di diventare senza memoria e quindi senza futuro. Le vittime della mafia non sono solo giudici, poliziotti, giornalisti, imprenditori uccisi, ma sono anche le migliaia di giovani che hanno perso la vita per l’eroina. Su quei traffici di droga la mafia ha costruito gran parte delle sue ricchezze”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos procure, il gip di Perugia dispone sequestro preventivo di 66mila euro per Palamara e l’imprenditore Centofanti

next
Articolo Successivo

Coronavirus, chi non rispetta le regole paga solo una piccola multa. E per me è davvero assurdo

next