Harvey Weinstein era il re di Hollywood: produttore di film campioni d’incassi e premiati con l’Oscar, capo di un vero e proprio impero cinematografico. Ma nel 2017 arriva la bufera: un gruppo sempre più nutrito di donne comincia a denunciare abusi e molestie sessuali subiti ad opera di Weinstein. Le testimonianze aumentano giorno dopo giorno e il re Mida di Hollywood, da tutti rispettato o temuto, si trasforma in un mostro. Lo speciale Weinstein: sesso a Hollywood arriva in prima visione assoluta domenica 19 gennaio alle 22 su Crime+Investigation (in esclusiva su Sky al canale 119).

Collaboratrici, assistenti, segretarie, attrici e giornaliste raccontano la bulimia sessuale del produttore più potente del cinema Usa. Tra le voci spicca quelle delle attrici Melissa Thompson con una sorprendente testimonianza video inedita e dell’ex protagonista di Streghe, Rose McGowan che si è fatta paladina del movimento #Metoo, formatosi proprio dopo le prime accuse al magnate cinematografico.

Secondo le testimonianze delle vittime, Weinstein le invitava in un hotel o in ufficio con il pretesto di parlare della loro carriere, esigendo un rapporto sessuale. Numerose le attrici di fama internazionale che l’hanno accusato di violenza sessuale, tra queste: Ashley Judd, Angelina Jolie, Asia Argento, Salma Hayek, Uma Thurman.

Proprio in questi giorni, Weinstein ha raggiunto un accordo extra-giudiziario con un patteggiamento da 25 milioni di dollari con diverse sue accusatrici. E tuttavia, dopo le accuse mosse contro di lui, quello che è certo è che nulla a Hollywood sarà più come prima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sanremo 2020: Giovanna Civitillo, moglie di Amadeus, sarà inviata a La Vita In Diretta

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Roger Garth: “Zequila ha detto a Carlotta Maggiorana ‘ti dò un cazzotto e ti uccido'”. Scoppia la polemica

next